12 cose che sicuramente non sai sulla Mongolia

30.01 2017|Curiosità
12 cose che sicuramente non sai sulla Mongolia

La Mongolia si trova in Asia centro-orientale ed è uno dei Paesi meno densamente popolati del Pianeta. La sezione meridionale della Mongolia è occupata dal deserto del Gobi, mentre la parte nordorientale è caratterizzata da rilievi montuosi che superano i 4.000 metri d'altezza. La Mongolia non è un Paese molto turistico, ma e ideale per chi cerca un pò d'avventura ed ama la natura.

1.

La Mongolia, nonostante i suoi 1.565.000 km², è il Paese con minore densità di abitanti al mondo. Ciò spiega perchè il Governo abbia deciso di donare ad ogni abitante 15 mq gratuiti di terreno dove costruire la propria casa.

2.

Il Wrestling (bokh in mongolo) è uno degli sport più popolari nel quale solo gli uomini possono partecipare. La gara più importante avviene in ambito del Naadam Festival, con ben 1024 lottatori. I wrestler indossano una maglietta aperta, tradizionalmente in lana, ed ora di materiali più leggeri come seta o cotone. La ragione di mostrare il petto è particolare: la leggenda vuole che in un'occasione, nonostante il divieto, fu una donna a partecipare e a vincere. La donna si tolsè la maglietta e mostrò a tutti il petto.

3.

Lo stile di vita mongolo è nomadico e profondamente legato a quello degli animali. Nei territori sconfinati e disabitati del Paese, quando all’orizzonte si intravede qualcosa, si tratta quasi sempre di una gher, la tipica tenda mongola di feltro bianco e a pianta circolare, facilmente trasportabile. Pur essendo improntato a un modo di vita semplice e frugale, l'arredamento è curato e ricco di allegri colori. All’esterno, la struttura è ricoperta con feltro, pelli e altri materiali impermeabili.

4.

La disposizione interna delle persone e delle cose rispetta invece una precisa simbologia, ispirata alle credenze religiose e sciamaniche: il posto dell’ospite d’onore è a nord rispetto alla posizione della porta, che è sempre rivolta verso il sud per usufruire del calore e della luce del sole.

Ugualmente in fondo c'è il khoimor, il posto degli anziani e dei beni più importanti, l'altare di famiglia con immagini buddhiste, le foto dei congiunti e le borse da viaggio. Le donne siedono ad est, dove si trovano anche gli utensili della cucina, e gli uomini ad ovest, dove invece sono riposti i fucili. Al centro della gher si trova il toghona, il foro centrale dal quale entra la luce e da cui esce il fumo emesso dalla grande stufa, che da almeno tre millenni ripara i mongoli dalla rigidità dell’inverno siberiano.

Tutto segue dunque un ordine prestabilito e tutti devono entrare, uscire o sedersi secondo determinate regole. In linea di massima bisogna muoversi in senso orario – in omaggio al sole – e fare attenzione a non urtare o calpestare il gradino della soglia (bosgot), perché porterebbe sfortuna.

5.

Su un cavallo si sale e si scende rigorosamente da sinistra. La destra è del cavallo e come tale diventa un tabù per gli uomini.

6.

Mai gettare acqua sul fuoco. Equivarrebbe a cercare di “spegnere” lo spirito di un antenato.

7.

L'unica specie di cavallo selvatico rimasta in natura si trova in Mongolia. I cavalli di Przewalski, "takhi" in lingua mongola sono stati reintrodotti a partire dal 1992 nell'Hustai National Park dopo essere stati ad un passo dalla completa estinzione.

8.

Con solo tre milioni di persone su 1.566.000 km quadrati, la Mongolia è lo Stato sovrano con la più bassa densità di popolazione al mondo: in Mongolia ci sono 13 volte più cavalli e 35 volte più pecore che persone. Ma è un paese per giovani: il 36 per cento della popolazione ha meno di 18 anni.

9.

Delle 26 medaglie olimpiche della Mongolia, 24 sono per la lotta (bökh), il pugilato e il judo. Il 17 settembre 2011, 6.002 lottatori hanno partecipato al campionato nazionale di lotta mongola: il più grande concorso di wrestling al mondo, secondo il Guinness dei Primati. In Mongolia la lotta è una tradizione antica centinaia di anni. Ne riferiscono già i resoconti dei mercanti cinesi del VII secolo d.C., e le cronache del frate francescano Carpini, che si trovava a Karakorum nel XIII secolo.

10.

L'impero fondato da Gengis Khan nel 1206 è diventato il più grande impero di tutti i tempi. Il Paese che conosciamo come Mongolia è in realtà la storica Mongolia esterna: la Mongolia Interna è invece una regione autonoma della Cina.

11.

L'hamburger potrebbe essere un'invenzione mongola: i guerrieri di Gengis Khan non scendevano da cavallo neppure per mangiare. Così escogitarono il sistema di mettere pezzi di carne cruda sotto la sella: galoppando diverse ore al giorno la carne veniva frollata, mentre il calore del corpo del cavallo la cuoceva.

12.

Problemi di orientamento nel bel mezzo della steppa mongola? Niente paura, tutte le gher sono disposte con l'entrata verso sud/sud-est per contrastare i gelidi venti che soffiano da nord/nord-ovest provenienti dalla Siberia.


12 cose che sicuramente non sai sulla Mongolia. La Mongolia non è un Paese molto turistico, ma e ideale per chi cerca un pò d'avventura ed ama la natura.
Curiosità e novità

 302 
  Komentáře
YouTube video
Immagine
Commento